- Pubblicità -

Il presidente del Veneto Luca Zaia ha annunciato una nuova ordinanza regionale in funzione anti-assembramenti, che entrerà in vigore dalla mezzanotte di domani, venerdì, e resterà valida sino alla scadenza del DPCM del Governo. Ci saranno lievi modifiche rispetto alle precedenti ordinanze.

Le misure insisteranno sull’uso delle mascherine, sulla riduzione dei clienti nelle attività commerciali, secondo un parametro legato ai metri quadrati, e sulla perimetrazione dei banchi di vendita nei mercati all’aperto.

La novità più rilevante riguarda gli orari per bar e locali pubblici: “È previsto uno stop alle 11 delle consumazioni in piedi nei bar. Dopo quest’ora, fino alle 18, si potrà usufruire dei servizi solo se seduti nei locali” ha anticipato Zaia. Anche l’orario consigliato agli over 65 , per fare la spesa nei supermercati, subirà una variazione, dalle ore 10 alle 12, non più al primo mattino, date le temperature rigide del periodo.

Il governatore si è poi detto convinto che non abbia senso parlare di “fasi del COVID“. ” “Parlano inutilmente di ‘fasi’ del COVID. Il virus c’è sempre stato – ha detto – non se ne andrà e sparirà solo con l’arrivo dell’estate, l’avvio della bella stagione. Il vaccino ci aiuterà“.

Il Veneto prevede tre momenti precisi per le vaccinazioni nella regione: da gennaio a marzo gli ospiti delle case di risposo e i sanitari, da marzo a giugno le persone a rischio, e da giugno a settembre tutto il resto della popolazione.

- Pubblicità -

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.